Studio Fisioterapico

Ultra Maratona

martedì 9 ottobre 2012

LH

Diciamo che è la mia gara importante (sono 2 anni che la guardo) di quest'anno un po' sabbatico, garette qua e là senza cercare di stressarmi, come preparazione, l'ultimo mese due mezze maratone come tenuta sulla distanza.



Si va in trasferta a Londra "Royal Parks Half Marathon"compagno di viaggio Marco detto"Yogi", appuntamento in albergo,al 101 di Buckingham Palace road,si mangia qualcosa a volo e subito in giro per la città, c'è molto da visitare,il giorno prima della gara non sarebbe opportuno stancarsi,ma l'accoppiata gara vacanza va benissimo,a sera  rientriamo in albergo con il piede dx dolorante.

Giorno della gara, una giornata insolita per Londra, cielo azzurro temperatura 7/10 gradi , sembra di essere in Italia, ci rechiamo alla consegna borse , ecco che incontriamo Alfredo, , con calma ci cambiamo e entriamo in griglia , riscaldamento neanche a parlarne non riesco a piegare i diti del piede dx.

I soliti appelli pregara applausi, "anche se non capisco niente", partiti, l'adrenalina sale, vorrei scattare, ma restiamo tutti e tre insieme, si ride, si parla della gara, piano piano riesco a correre decentemente poggiando solo il tallone del piede dx.
Dalle persone e l'entusiasmo che c'è non mi sembra una mezza maratona, terzo km Marco mi dice che sono troppo veloce e resta indietro, poco dopo anche Alfredo girandomi varie volte lo perdo di vista.
Inizia la mia gara, 4'40''/ 4'30'' km troppo forte nelle condizioni che sono, non so cosa mi prende non riesco a rallentare, forse è la conatta che porto è la prima volta che corro con il tricolore, fa si che sento molte urla di incitamento "forza Italia".
Il percorso dei  primi 10 km sono fantastici, si fa il centro di Londra,non sto ad elencare il tutto,per poi rientrare nei parchi ,Green Park,Hyde Park, se c'è una cosa da invidiare agli inglesi sono proprio i parchi sempre ben curati, ma torniamo a noi, la stanchezza si fa sentire specie il quadricipite sx dove lo  forzo è maggiore,di tanto in tanto rallento un pochino, ma sono deciso a non mollare,ora il percorso è tutto sali-scendi,11/12 miglio, dovrebbe essere finita, guardo il garmin manca poco, sono nei tempi previsti,qualche calcolo provo a stare sotto l'ora e 40 dichiarati, volata di 800 mt. 1,39,44. un po più lunga 21,400 mt

Soddisfatto mi  incammino verso il ristoro, purtroppo il ginocchio dx è quasi bloccato, ho difficoltà nel piegarlo, vado dai sanitari x un po' di ghiaccio,(che avventura) dopo 10 minuti , sono al deposito borse, Marco, Alfredo sono li, subito ha raccontarci le proprie emozioni,per tutti un'esperienza unica , per un percorso fantastico.

10 commenti:

kaiale ha detto...

beh...altro che anno sabatico...sempre una certezza Franco

theyogi ha detto...

rifarei tutto da capo, compreso quel terribile fish&chips! ;D grazie ancora franchì, senza di te non sarebbe stato possibile........

Pimpe ha detto...

grande tempo ... vi siete proprio divertiti ;-) bravi ragazzi ...

francos ha detto...

Ale, grazie,la carcassa inizia a scricchiolare.

francos ha detto...

Yò, tu il fish&chips , io il tè,tutto è possibile.

francos ha detto...

Pimpe,il divertimento era il minimo, bellima gara,grazie.

insane ha detto...

Grande Franco! Complimenti! Mi fate venir voglia,aspetto Aprile con ansia.. ;)

francos ha detto...

Andrea,grazie,Aprile è dietro l'angolo.

Mauro Battello ha detto...

è destino che questa gara si corra con un splendido meteo, anche io 3 anni fa!!!
Come ti hanno già detto: sei una certezza, anche con una gamba in meno!
Un uomo su cui scommettere, stile RB!
So, you're great!

francos ha detto...

Mauro,grazie,una giornata primaverile romana, quando sei dentro a una gara del genere è difficile uscire.