Studio Fisioterapico

Ultra Maratona

domenica 11 settembre 2011

12 ore...

Solo 12 ore di riposo per un fine settimana scellerato,in programma avevo il primo lungo di 30 km, l'ho diviso in due frazioni, 10 km sabato notte, 21 km domenica mattina.

Andiamo con ordine, sabato c'è la Corri Roma in notturna, al parco di villa Borghese con arrivo a piazza del Popolo,un percorso veramente bello, gara che mi mancava.
Partenza alle ore 22, siamo più di mille partecipanti, come dicevo la tranquillità del posto è unica, era parecchio tempo che non venivo ad affacciarmi sul balcone di Roma (il Pincio) , rimani colpito, l'unica cosa negativa è il caldo malgrado la tarda ora si suda .

Partenza in orario, decido di fare una gara tranquilla, lungo i viali di villa Borghese l'attrazzione eravamo noi podisti, le persone in visita al parco rimanevano stupiti della corsa, ho cercato di mantenere un passo agile ma senza andare in affanno con la respirazione.
L'unico rumore che sentivi era il passo felpato di noi corridori, in una cornice di viali , fontane, musei,tante altre cose, si ritorna verso il Pincio con la discesa a piazza del Popolo, una piazza magica in quanto attraversata dalla Maratona è piena di gente, arrivo in 48 minuti circa,  immagino questa gara con i colori del giorno, soddisfatto della scelta.
 Era l'una di notte che sono andato a letto, la sveglia è alle 6,30, mai come oggi serei rimasto a dormire, destinazione il lago Vico per una mezza maratona,l'impressione è che oggi sarà dura sono stanco e ho sonno.
Ritiro pettorale, mi cambio con calma, anche qui è troppo caldo caldo, divido la gara in quattro frazioni di 5 km, per vedere quando arriva il calo fisico.

Anche qui il percorso è bello un giro intorno al lago tutto su strada interamente chiusa al traffico nell'oasi naturale del lago,ore 10 partenza, faccio un pò di fatica a far girare le gambe, cerco di impostare un ritmo poca sopra ai 5 km, prima frazione in 26 minuti bene, ristoro , una delusione non riesco a bere non c'è acqua, tra reclami si riparte.
Sono arrivato al 10 km in 25,25 bene , questa volta sono riuscito a prendere l'acqua, ripartenza inizio a sentire la stanchezza, il passo è sempre quello, 15 km in 25,28 bene, mi fermo al ristoro, purtroppo non ho nessun Gel dietro prendo una pasticca  di enervit, non rieso a ripartire,cammino 50mt. ,al 19 km crisi profonda, cammino di nuovo, sono vuoto mentalmente è come se stassi al 35 km di una maratona, non mi era capitato ad una mezza , per fortuna manca poco dovrò camminare altre due volte per arrivare al traguardo ultima frazione di 6 km in  36.13,un'eternità, la chiudo in  1ora ,53minuti cerco subito il ristoro acqua è sali , sono in difficoltà, non posso stare al sole e ho la testa leggera,ci metto un pò per riprendermi.

4 commenti:

theyogi ha detto...

nvece l'idea era ottima! ma forse avevi investito troppo nelle gare precedenti, intendevo.....

francos ha detto...

Speriamo hai ragione.

Marco Bucci ha detto...

Con quel caldo che volevi fare di piu' ?!?!?
Inoltre l'organizzazione della mezza di Vico e' famigerata come quella della Amatrice-Configno per taccagneria e faciloneria circa i rifornimenti.
Due gare che non mi vedranno mai piu'...!!

francos ha detto...

Marco,prima di rifare Vico ci penserò due volte, ma è come avessi avuto una crisi di fame.