Studio Fisioterapico

Ultra Maratona

martedì 28 settembre 2010

Berlino bagnata....

La preparazione per la Maratona è quella che soffro di più ,quest'anno ho scelto Berlino,prepararsi a un tale evento il periodo estivo richiede maggior sacrificio, non essendo veloce decido di lavorare sulla potenza e resistenza, quindi  Trial  su tutte le distanze; per il potenziamento e non soffrire la calura estiva.

Amico di cordata è Gianluca (Master Run), il venerdì arriviamo a Berlino sembra una giornata estiva,quelle poche ore di sole le rimpiangeremo per il resto del week end,sabato mattina purtroppo è iniziato a piovere, ci rechiamo al ritiro del pettorale, un vecchio aeroporto nel centro della città, una cosa impressionante, non ricordo 4 o 5 hangar stracolmi di persone.
Domenica mattina colazione alle 6,30 ; le ultime cose da mettere nella sacca ,ci incamminiamo per prendere il trenino, sono solo corridori che si recano alla partenza, oltre la pioggia fa freddo,al vedere tutte quelle persone l'umore sale, arriviamo al deposito borse , ci prepariamo, devo mettere una maglia sotto per il freddo, purtroppo una svista e mi perdo con Gianluca, mi reco verso la mia lettera di partenza, ci fanno girare dentro un boschetto tra il fango e pozzanghere d'acqua, mancano 30 min. e non sono ancora arrivato,finalmente vedo il vialone,entro, comincio ad avere freddo sulle braccia,sale la tensione, gli sguardi si incrociano con parecchie persone,nella speranza di incontrarne uno conosciuto, sono solo.
Non sento neanche lo sparo , ma sono partiti,dopo parecchi min. inizio a camminare, la tensione inizia a salire, non vedo i (pace maker) ,devo sapermi gestire tutta la gara, avevo dichiarato ore 3,40,  imposto la gara a 5,5/5,10 km, cerco  subito di mettere un freno,  imposto un ritmo mentale, mi accorgo che  potrei andare molto più veloce , ma le condizioni meteo non lo permettono, le gocce di pioggia non mi permettono di controllare i tempi sul garmin, pazienza,al 4 km devo fermarmi primo pit stop, riparto, con facilità riesco a prendere lo stesso ritmo,sui bordi della strada c'è tantissima gente che ci incita, qualcuno mi chiama per nome.
Decido di tenermi sulla parte sx del percorso, è la parte più veloce riesco a sorpassare con facilità, ed evitare qualche buca d'acqua, l'unico handicap i tavoli dei ristori sono sulla parte dx, e impiego parecchio a ritornare sulla parte sx,a volte mi concentro sul rumore della corsa,un rumore sordo di passi,e dal fracasso dei musicanti per strada, tutti sotto la pioggia ad aspettare il passaggio di noi corridori, è la festa di tutti, un muro umano che va avanti senza ostacoli, 5 -10- 15-km vedo che sono sempre li, non cedo di una virgola,lo stato mentale e fisico è perfetto, mi alimento ogni 7 km circa, passo alla mezza in 1,49, il passo è ancora buono.

Aspetto con impazienza il famoso muro dei 35, per vedere eventuali cali, è il 30 km  tempo ore 2,35,siamo rientrati nel centro di Berlino cerco di vedere qualche bandiera italiana, ma purtroppo non ne ho viste,ma il calore della gente ti faceva sentire uno di loro 35 km ore 3,01, prendo le maltodestrine riesco ad incrementare , rallento non vorrei rovinare tutto adesso, arrivo al 40 km ore 3,27, sono ancora mentalmente lucido, cerco di prendere altre matodestrine ma le ho perse, sono davanti allo spettacolo , la porta di Brandeburgo, la folla ti trascina, sono sulla linea di sorpasso, piccolo incidente una persona mi spinge, mi fermo quasi dicendogli che è un (imbecille), mi gesticola, vado via , è rimasto poco la stanchezza si fa sentire ma sono arrivatooooooo. Real Time 3:39:02.
Lentamente mi cambio, incontro Gianluca  un bel bicchiere di birra ,ce lo siamo proprio meritato

Analisi a  mente fredda dal mio punto di vista gran bella Maratona, bella , veloce, partecipata, organizzazione perfetta,tifo da stadio, l'unico neo il tempo, va bene lo stesso.
La mia gara guardando i step ogni 5 km , dal 5 km al 40 km 26 min ciascuno, stessa media inizio fine gara , senza cedimenti, ne mentali ne fisici, 42 km fatti con naturalezza,e la cosa più importante niente infortuni, visto come sono andate le altre Maratone.

11 commenti:

Miticojane ha detto...

Bravo Franco, gestita benissimo, ci sto facendo un pensierino x il prox anno, più che altro è l'occasione x andare a Berlino, sei andato con Terramia oppure da solo, se si può, ciao a presto

Marco "Zanger" ha detto...

Che orologio!!! Grande orange!!!
Berlino e' conquistata.
Complimenti per il racconto e la gestione di gara.
Ciao!

theyogi ha detto...

calmo ma risoluto, un martello... l'esperienza vorrà pur dire qualcosa, no?! :D e secondo me con le condizioni ideali limavi pure qualcos'altro....

francoscr ha detto...

Mitico, è una Maratona che puoi gestire come vuoi , perchè ho trovato spazio fra i corridori, ho prenotato tutto da solo, devi prenotare il pettorale entro gennaio

francoscr ha detto...

Marco "Zanger" anche io mi sono meravigliato della gestione, forse ho indovinato la preparazione,In bocca al lupo per Venezia.

francoscr ha detto...

Yogi,hai bene potevo limare parecchio, ma va bene cosi.

Master Runners ha detto...

Frà la birra a fine gara è stato un sogno che si è realizzato!
A freddo posso dire che è stata una bella gara, peccato per la pioggia

francoscr ha detto...

La birra l'ho bevuta volentieri,anche per me è stata una bella gara.

Anonimo ha detto...

Complimenti Franco, maratona gestitaveramente bene ma non poteva essere altrimenti, perchè ti sei allenato con noi trailers...
Scherzo naturalemente sei stato veramente in gamba prossima avventura LUT???????
un abbraccio Teresa

francoscr ha detto...

Teresa ,grazie, grande gruppo(trailers)ma che è sto LUT,sai ho una certa età, va be me lo dirai domenica.

nino ha detto...

complimenti un'altra medaglia portata a casa.
peccato per il tempo. davvero infame